Home CasamicciolaNews Cronaca Casamicciola Devastata
23 | 04 | 2019
Isole News
Piemonte News
Friuli Venezia Giulia News
Trentino AltoAdige News
Abruzzo News
Umbria News
Liguria News
Lombardia News
Toscana News
Veneto News
Emilia Romagna News
Marche News
Campania News
Lazio News
Puglia News
World News
Ricerche Storiche
Annunci Gratuiti
Music Story
OnLine
 1759 visitatori online
Web Link
Newsflash Napoli

Napoli: Serie b2 maschile girone g

Esordio vincente per il Rione Terra Pozzuoli Volley che espugna il campo della Virtus Tricase Volley nella prima di campionato di serie B2. La squadra di coach Costantino Cirillo è stata fin dall'inizio attenta e non ha lasciato scampo agli avversari determinata di centrare il successo. L'1-3 come risultato finale lascia ben intendere cosa i gialloblù hanno speso sul parquet in terra pugliese. Il primo set è equilibrato con il Rione Terra che riesce a mettere a terra nel finale i punti decisivi vincendolo per 21-25.

Newsflash Ischia

Ischia: Per la prima volta all'isola d'ischia il servizio di Ischiawifi internet e telefonia Voip 24/24. Call Center 19301328

Ischia Wifi è un servizio di connettività Internet e telefonia VoIP, messo a disposizione dell’utenza tramite WADSL (Wireless ADSL). L'azienda nasce da un accurato studio ed esperienza del mercato wireless in tutti i suoi aspetti più ragionevolmente conosciuti come la diffusione di Internet ad alta velocità (banda larga) in ambienti circoscritti che siano aperti, come valli, comuni o intere città, oppure per ambiti più ristretti come piazze, locali, attività ricettive e commerciali fino ad arrivare a fornire un servizio di tipo residenziale con inclusa telefonia VoIP.

Newsflash Capri

Capri: Capri watch, domani a Napoli cocktail con Veronica Maya per Millefiori triplo brindisi per il brand che inaugura cosi' il primo flagship store partenopeo

Triplo brindisi per Capri Watch domani sera a Napoli con Veronica Maya, testimonial femminile del brand e madrina dell’evento con cui l’azienda di orologeria glamour in un colpo solo festeggerà con i suoi fedelissimi il Natale ormai alle porte, certo, ma anche due eventi molto attesi da tutti i suoi fan: l’inaugurazione del primo flagship store partenopeo, in piena via Filangieri, e la presentazione in anteprima della nuovissima collezione “Millefiori” con cui l’azienda intende accompagnare le ore dei trend addicted internazionali per tutto il 2015.

Newsflash Casamicciola

Casamicciola: Sabato 5 luglio 2014 alle ore 11 al Capricho de Calise in Piazza Marina di Casamicciola Terme, su invito del Sindaco Giovan Battista Castagna

si incontreranno i Sindaci dei Comuni delle isole Ischia,Procida e Capri
ed il Sindaco di Napoli, nella qualità di prossimo Sindaco dell’Area Metropolitana,
per confrontarsi sul da farsi per dare assetto e dignità al trasporto marittimo.

Newsflash Roma

Roma: Vasto Film Fest XX edizione

Mercoledì 5 agosto 2015 – ore 11
Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale
Via Tuscolana 1524, 00173 Roma
Interverranno:
Luciano Lapenna – Sindaco Comune di Vasto
Vincenzo Sputore - Vice sindaco e Assessore con delega al turismo e cultura Comune di Vasto
Michele D’Annunzio – Dirigente settore turismo e cultura Comune di Vasto
Marcello Foti - Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Gabriele Antinolfi - Direttore Cineteca Nazionale
Daniela Poggi – Conduttrice Vasto Film Fest
Stefano Sabelli – Direttore artistico Vasto Film Fest

Isola News

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico:Antonio Regine

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico: Antonio Regine

Ieri tutta l'isola d'Ischia, ma Forio in particolare ,ha avuto la brutta notizia della morte di antonio regine,grandissimo medico-pediatra e carissimo amico mio. E con questa lettera, desidero descrivere qualche aspetto meno noto di questo stimatissimo professionista che ha accompagnato la mia crescita professionale e cui sarò sempre grato per l'aiuto che mi ha dato in tante occasioni.

Leggi tutto...
Casamicciola Devastata PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CasamicciolaNews - Cronaca
Scritto da Ida Trofa   
Venerdì 13 Novembre 2009 10:39

Casamicciola Devastata

Cent’anni di alluvioni: si pensa alle mine per far saltare le zone a rischio crollo ulteriore.
Seppellite tutte le sorgenti termali, case, negozi, alberghi, tutto distrutto. La testimonianza dei sopravvissuti al disastro. La testimonianza dei soccorritori e dei sanitari del Rizzoli che incessantemente stanno operando da due giorni.

All’indomani della catastrofe, non resta che lavar via il fango, rincorrere affannosamente la vita fermatasi una attimo prima che le lancette toccassero sulle 8,25 di martedi 10 novembre. Via la terra, via l’acqua, via il ricordo dagli scantinati, dai negozi e dalle camere da letto. Via le carcasse accartocciate delle auto, via tutto sotto la forza delle ruspe, delle pale che indomite macinano tutto e battono palmo a palmo un territorio stravolto da una valanga che ha tagliato in due Casamicciola dalla montagna la mare. La ferita però resta, restano quelli istanti vividi e al tempo stesso opachi come fotogrammi del cinematografo, resta la certezza di essere scampati alla morte e l’incertezza di un futuro sepolto sotto a tonnellate e tonnellate di acqua e detriti. Più di 150 gli sfollati da Perrone a Via Ombrasco a Piazza Bagni, alla Pera di Basso, al Campomanno, in gran parte alloggiati da familiari e amici e per circa un 1/3, sistemati in hotel ed alberghi reperiti dall’unità di crisi e dal consiglio comunale sempre aperti presso il Municipio. Martedì 10 un gran lavoro è stato fatto dai soccorritori, la prima emergenza è stata affrontata ma nella notte la terra ha lacrimato ancora trascinando giù nuovo materiale e nuovi e residui che hanno avvilito più del giorno precedente.
Dalle fonti di Chiappino nel vallone Senigallia alle fonti di Negroponte dietro le terme dell’Immacolata, le fonti dell’Elisabetta, di Maltempo  è tutto sotto tre quattro metri di fango, tutto sommerso. A Perrone e sopra a Monte Tabor è tutto in bilico forse bisognerà agire, qui, con le mine per far saltare le zone di pericolo crollo ulteriore prima di cominciare a programmare gli interventi. Liberati i passaggi ostruiti solo alla Cava fontana di Sopra per l’accesso alla Pera di Basso che comunque resta pericolosa. 

Le Testimonianze

Filippo Piro detto Chiappino

« Ho perso tutto. L’albergo qui a via Ombrasco, le fonti nel vallone Sinigallia è tutto distrutto, doveva andare così, voglio prenderla col sorriso. Io ed i miei figli, mia moglie, lavoriamo consapevoli che spente le telecamere tutti scapperanno. Mi fa rabbia perché l’ho sempre temuto e denunciato e le mie paure erano quasi prese con ironia. Ho denunciato dei cedimenti nelle cave sovrastanti, degli sversi al Negroponte di tutto quanto ora si è accumulato ed è stato restituito dalla montagna che non ha retto più. Forse non è la causa, ma tutto questo ha aiutato ed ora io vorrei chiedere a quelle persone che hanno ricevuto le mie denunce come si sentono ora che quello che io dicevo è accaduto. Ma orami è andata così! Uno in divisa di quelli dei soccorritori ha detto state calmi, non vi preoccupate il bobcat lo paghiamo noi. Veramente lo paghiamo noi cittadini e in tutto questo voglio ricordarla massima dello Argentino che in una catastrofe in Argentina disse agli italiani che scappavano: Italià non scappare tanto il guaio è nostro!»

Anna Mazza dell’Hotel Fiola

« La notizia è che dietro dall’altra parte le fonti di chiappino sono tutte sotterrate, quelle dell’Elisabetta sono sotto due metri di terra e fango. Qua non si capisce niente e oggi è più nera di ieri»

Sorelle Di Massa

« Abbiamo sentito questo rumore forte di acqua che scorreva, poi le auto che galleggiavano trascinate giù. Il fango ci ha portato via tutto,le auto i motorini, la casa è allagata e non sappiamo che pensare è tutto così…»

Andrea Picciocchi

« Io abito sopra via Ombrasco e lavoro a La Rita nella Cava. Alla Cava ho trovato tutto sotterrato, i detriti all’altezza del finestrino del furgone e qui ho assitito alal morte in diretta e non so come mi sono salvato e come quella lava di fango non mia ha raggiunto nell’auto con le mie bambine. Ora solo realizzo a quel momento non pensavo niente. Stavo scendendo da casa per portare le bambine a scuola la Paradisiello all’improvviso ho visto un Furgone,l’acqua ho pensato forse l’aveva li in mezzo. Poi ho fatto marcia indietro e sono riuscito ad evitare giusto giusto quella massa velocissima che si fiondava verso il basso. Non lo so davvero come non mi ha preso la sopra la salita, cosi vicino. Oggi vedo tutto questo che arriva ancora giù e mi sembra peggio di ieri »

Aniello Capuano Soccorritore

« Stiamo lavorando da ore ma ci vorrà un mese buono buono e poi bisogna vedere a monte. L’acqua ed il fango ha colpito da per tutto si deve andare gradatamente. La questione è delicata i danni sono stati imponenti e abbiamo visto solo quelli più evidenti. Le conseguenze anche sul territorio non sono state ancora calcolate. Si parla di ipotesi ed interventi da fare ma ora quel che si deve fare per forza è  portare via il fango». 

Pio Scippa:Infermiere dell’unità di crisi Ospedaliera

« Abbiamo lavorato incessantemente. Abbiamo soccorso una trentina di feriti, ci sono stati 14 ricoverati. Abbiamo curato il piccolo Nicola di tre anni salvato miracolosamente dalle acque del porto . Abbiamo cercato di fare tutto quanto era in nostro potere dinanzi a questa cosa imprevista e con il problema di colleghi e medici che con la strada ed i porti bloccati non riuscivano a raggiungerci. Purtoppo non abbiamo salvato Anna che è giunta già morta. Non è servito il tentativo di rianimarla con il massaggio cardiopolmonare o di intubarla la terra ed il fango le avevano ostruito la trachea»

Tarderà dunque ad arrivare la quiete dopo la tempesta?
Quel che mi chiedo, ma questi “cent’anni, anzi novantanove di alluvione” sono una casualità ed una casualità anche la data, il 10 novembre. Quel che credo è che sia l’ennesima calamità a cui Casamicciola deve arrendersi. Il particolare sconcertante è che molti casamicciolesi, specie quelli residenti nelle zone degli alvei e a monte delle valanghe, è come se da tempo sapessero di quel che sarebbe accaduto, immaginavano in ogni dettaglio il pericolo e la valanga che è arrivata di mattino scendendo dall’Epomeo, così quasi liberati da un peso si adoperano e si muovono tra la fanghiglia ed il materiale ammassato per ripulire i residui lasciati dall’atteso ospite. Eppure l’esperienza non insegna. infatti taluni faccendieri del potere sottovalutano ancora i timori dei cittadini liquidando con sufficienza ed arroganza i cittadini che a Casamicciola Alta a La Rita chiedono che sia liberato l’Alveo ostruito e rimosse le grate che fanno blocco da basso. Forse per loro i sopraluoghi a monte  cui sono stati demandati dal Sindaco dopo le segnalazioni significano troppa lontananza dalla luce dei riflettori lungo la marina e dalla conta di dani per i mega yacht exra lusso del porto? I temporali non  tardano a venire e dopo qualche peso sulla coscienza non gli farebbe piacere, le morti non si lavano via facilmente dal groppone.

Commenti
Nuovo Cerca RSS
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 20:45
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Ulti Clocks content
Cerca nel sito
Ultimi Eventi
Eventi
<<  Aprile 2019  >>
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
2930     
Cronaca News
Economia News
Politica News
Mondo News
Musica News
FotoGallery
Archivio