Home CasamicciolaNews Cronaca Siamo rimasti soli in questa valle di fango
22 | 10 | 2019
Isole News
Piemonte News
Friuli Venezia Giulia News
Trentino AltoAdige News
Abruzzo News
Umbria News
Liguria News
Lombardia News
Toscana News
Veneto News
Emilia Romagna News
Marche News
Campania News
Lazio News
Puglia News
World News
Ricerche Storiche
Annunci Gratuiti
Music Story
OnLine
 2263 visitatori online
Web Link
Newsflash Napoli

Napoli: Serie b2 maschile girone g

Esordio vincente per il Rione Terra Pozzuoli Volley che espugna il campo della Virtus Tricase Volley nella prima di campionato di serie B2. La squadra di coach Costantino Cirillo è stata fin dall'inizio attenta e non ha lasciato scampo agli avversari determinata di centrare il successo. L'1-3 come risultato finale lascia ben intendere cosa i gialloblù hanno speso sul parquet in terra pugliese. Il primo set è equilibrato con il Rione Terra che riesce a mettere a terra nel finale i punti decisivi vincendolo per 21-25.

Newsflash Ischia

Ischia: Per la prima volta all'isola d'ischia il servizio di Ischiawifi internet e telefonia Voip 24/24. Call Center 19301328

Ischia Wifi è un servizio di connettività Internet e telefonia VoIP, messo a disposizione dell’utenza tramite WADSL (Wireless ADSL). L'azienda nasce da un accurato studio ed esperienza del mercato wireless in tutti i suoi aspetti più ragionevolmente conosciuti come la diffusione di Internet ad alta velocità (banda larga) in ambienti circoscritti che siano aperti, come valli, comuni o intere città, oppure per ambiti più ristretti come piazze, locali, attività ricettive e commerciali fino ad arrivare a fornire un servizio di tipo residenziale con inclusa telefonia VoIP.

Newsflash Capri

Capri: Capri watch, domani a Napoli cocktail con Veronica Maya per Millefiori triplo brindisi per il brand che inaugura cosi' il primo flagship store partenopeo

Triplo brindisi per Capri Watch domani sera a Napoli con Veronica Maya, testimonial femminile del brand e madrina dell’evento con cui l’azienda di orologeria glamour in un colpo solo festeggerà con i suoi fedelissimi il Natale ormai alle porte, certo, ma anche due eventi molto attesi da tutti i suoi fan: l’inaugurazione del primo flagship store partenopeo, in piena via Filangieri, e la presentazione in anteprima della nuovissima collezione “Millefiori” con cui l’azienda intende accompagnare le ore dei trend addicted internazionali per tutto il 2015.

Newsflash Casamicciola

Casamicciola: Sabato 5 luglio 2014 alle ore 11 al Capricho de Calise in Piazza Marina di Casamicciola Terme, su invito del Sindaco Giovan Battista Castagna

si incontreranno i Sindaci dei Comuni delle isole Ischia,Procida e Capri
ed il Sindaco di Napoli, nella qualità di prossimo Sindaco dell’Area Metropolitana,
per confrontarsi sul da farsi per dare assetto e dignità al trasporto marittimo.

Newsflash Roma

Roma: Vasto Film Fest XX edizione

Mercoledì 5 agosto 2015 – ore 11
Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale
Via Tuscolana 1524, 00173 Roma
Interverranno:
Luciano Lapenna – Sindaco Comune di Vasto
Vincenzo Sputore - Vice sindaco e Assessore con delega al turismo e cultura Comune di Vasto
Michele D’Annunzio – Dirigente settore turismo e cultura Comune di Vasto
Marcello Foti - Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Gabriele Antinolfi - Direttore Cineteca Nazionale
Daniela Poggi – Conduttrice Vasto Film Fest
Stefano Sabelli – Direttore artistico Vasto Film Fest

Isola News

Forio: Alle Votazioni ... ecco le liste

Forio: Alle Votazioni ... 20 Liste presentate a Forio !!!

Sono nove le liste a sostegno della candidatura a sindaco di Forio di Francesco Del Deo

Leggi tutto...
Siamo rimasti soli in questa valle di fango PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
CasamicciolaNews - Cronaca
Scritto da Ida Trofa   
Martedì 24 Novembre 2009 16:10

Siamo rimasti soli in questa valle di fango

Parte il turismo culturale sui luoghi del disastro.
Un week end di lavoro allo stadio terminale caratterizzato dalla presenza di tanti curiosi e visitatori che hanno raggiunto i punti più colpiti ovviamente in “carrozza” sin dove era possibile. I vigili del Fuoco smobiliteranno il loro presidio fisso in giornata. Inizia oggi la chiodatura del reti a via Mortito.

Il sindaco in visita al PDL napoletano strappa l’impegno di veicolare a Montecitorio il caso Casamicciola. Resta la speranza in un fronte comune di lotta politica ed amministrativa. E così Casamicciola dopo 13 giorni, di fango, polvere ed incessante lavorio di uomini e mezzi, lentamente si avvia verso il ritorno ai giorni soliti, normali e senza gli affanni di una vita appiattita e stravolta da un fiume di terra e acqua. Tanto che, appena riaperta la statale e con le strade quasi libere sui luoghi dell’alluvione si alimenta e cresce il “turismo culturale”. Le gite su in montagna, per le strade e nelle piazzette devastate e stravolte di chi sin’ora aveva sentito parlare della calamità casamicciolese solo attraverso i media. Tra venerdi e domenica, ma soprattutto domenica in tanti si sono fiondati, ovviamente con l’auto fin dove è stato possibile, praticamente ovunque, per “vedere”. È stato infatti un week end di lavoro allo stadio terminale per i tecnici dell’unità di crisi, Genio Civile, Vigili del Fuoco e protezione civile che stanno ultimando lo stombamento degli alvei e la pulizia dei sistemi fognari saltati a Piazza Bagni e via della “Lava”, unitamente all’opera dei Vigili del Fuoco che si sta adoperando per liberare la foce di Fasaniello sotto Negroponte, dove la presenza del vecchio stabile delle Terme Immacolata sta determinando notevoli difficoltà. Ma già oggi i Vigili del fuoco lasceranno il paese con l’imperativo di chiamare ad ogni necessità, lasciando il compito alle ditte, al genio civile ed alla protezione civile di fare il resto. Oggi stesso si inizierà ad installare le chiodature con le reti necessarie per il recupero del versante di Via Mortito. Gli sfollati sono passati da trecento a poco più di ottanta ed il Vescovo andrà a trovarli per tributargli la propria vicinanza ed il sostegno morale. È prevista anche per oggi la definizione del nuovo piano di protezione civile locale approntato dall’UTC del Comune di Casamicciola Terme e al quale oggi stesso il sindaco darà il suo avvallo.
Eppure in questa fase il tanto vagheggiato governo della salute pubblica sembra venir meno. Il sindaco è solo, e, caso strano, riceve più appoggio e comprensione da chi sin’ora era stato messo al margine. Da amministratori che come cittadini sentono  forte la ferita dell’evento tragico che  a colpito il paese bloccandolo in ogni suo aspetto anche minimo. Una sottile vena polemica anima i suoi consiglieri e nello strenuo tentativo di trovare portavoce autorevoli al Governo ogni porta appare sbarrata e tutte le promesse si confermano, sin ora, una presa per i fondelli. Anche i rappresentanti isolani alla Provincia assicurati 500mila € per la calamità e quasi 700mila € per una strada a Lacco Ameno, l’hanno lasciato a piedi. Ieri mattina il sindaco D’Ambrosio sarebbe dovuto partire con la delegazione del PDL capeggiata da De Siano e dai suoi Castagna,  Mattera e Frallicciardi alla volta di Napoli per incontrare l’on. Labocetta, peccato però che tutti siano partiti prima senza avvertirlo. Non si è invece presentata all’appuntamento la rappresentanza dei cittadini voluta dall’associazione Isola Verde. Almeno, però, seppur arrivando dopo i suoi ciceroni D’Ambrosio è riuscito a strappare l’impegno del PDL, di Labocetta e Cosentino in particolare. Un impegno   ed una disponibilità a seguire questa vicenda pur sempre assicurato da un sottosegretario all’Economia, Cosentino, anche se nel pieno di un turbine giudiziario. Oggi stesso il sindaco invierà loro tutti gli atti riguardanti il “caso Casamicciola” agli onorevoli del PDL che la sottoporranno al vaglio anche di Giovani Letta. In merito però il sindaco appare almeno speranzoso: “Io posso essere certo di quel che farò io e di quel che dico di poter fare facendolo! ”, afferma il primo cittadino D’Ambrosio commentando l’esito dell’incontro napoletano, “Certo abbiamo parlato con un esponente del Governo con il quale ci ritroveremo anche a Roma mercoledì per ridiscutere al questione. Ma per il resto abbiamo solo delle promesse e molti impegni presi. E non possiamo certo lasciare a queste le sorti del paese. Dobbiamo impegnarci al massimo per ottenere il meglio per il bene del paese perchè le cose da fare per renderlo sicuro, ma anche per riattivare l’economia, sono ancora tante e tante sono le risorse economiche di cui necessitiamo per questo”, conclude D’Ambrosio. Dunque non basta il contributo regionale e provinciale, non basta promettere la devoluzione dei Fondi ANCIM e di quelli per le festività natalizie, servirebbe che almeno ognuno si assumesse le sue responsabilità lavorando per il bene della comunità senza scrollarsi le spalle  certi che il problema è di qualcun altro.
Visto il disinteresse generale e la scarsa concretezza di chi sin’ora ha fatto solo passerella politica ed elettorale distribuendo ora spiccioli, ora stanziamenti cospicui, ma sempre miseri a fronte delle opere che doveva fare e non a fatto, per rimettere in sesto la montagna servirebbero i “contadini”. Ma dove li troviamo? Bruciano ancora ai “miracolati” della furia di acqua, terra e massi le parole di Bertolaso che hanno gettato la croce sulla popolazione, brucia la superficialità con cui negli anni si è trattato il rischio e con cui si continua a trattarlo. Resta che C´era un progetto del Genio civile di Napoli per interventi su tutti i valloni, importo 10 milioni, con fondi del commissariato di governo e Protezione civile.  La sovrintendenza ai Beni ambientali l´ha bocciato. Resta che anche lo steso comune aveva chiesto ed ottenuto finanziamnti per i valloni ma è arrivata sino alle foci eccetto per il lavoro al Pozzillo. Resta che non abbiamo mai provveduto al piano di protezione civile che ora c’è d’obbligo. Resta che ora dovremmo impegnarci tutti senza polemiche e prese di posizione per risollevarci dal baratro prima che sia troppo tardi. Unitamente alla necessità di reperire fondi e dunque di ottenere lo Stato di Calamità che sarà funzionale a tutte una seri di opere di cui si farebbe carico il governo, occorre liberare il centro dai prodotti alluvionali che vanno smaltiti. Prodotti non pericolosi riutilizzabili ma non ad Ischia. In ciò la preoccupazione è per il business delle discariche. Chi controllerà? Il fango è stato definito un rifiuto speciale non pericoloso: è pulito eppure l’Arpac l’ha definito rifiuto e non potrà servire a contrastare l’erosione della costa. Il materiale acquistato per le opere di rifioritura dei litorali erosi costa 24 euro al metro cubo. Facciamoci tutti portavoce di iniziative e manifestazioni che impediscano lo sperpero inutile di sodi e fondi che potrebbero servire alla ricostruzione.

Commenti
Nuovo Cerca RSS
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Novembre 2009 18:23
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Ulti Clocks content
Cerca nel sito
Ultimi Eventi
Eventi
<<  Ottobre 2019  >>
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Cronaca News
Economia News
Politica News
Mondo News
Musica News
FotoGallery
Archivio