Home ForioNews Cronaca Il pala... veleni
18 | 10 | 2019
Isole News
Piemonte News
Friuli Venezia Giulia News
Trentino AltoAdige News
Abruzzo News
Umbria News
Liguria News
Lombardia News
Toscana News
Veneto News
Emilia Romagna News
Marche News
Campania News
Lazio News
Puglia News
World News
Ricerche Storiche
Annunci Gratuiti
Music Story
OnLine
 2042 visitatori online
Web Link
Newsflash Napoli

Napoli: Serie b2 maschile girone g

Esordio vincente per il Rione Terra Pozzuoli Volley che espugna il campo della Virtus Tricase Volley nella prima di campionato di serie B2. La squadra di coach Costantino Cirillo è stata fin dall'inizio attenta e non ha lasciato scampo agli avversari determinata di centrare il successo. L'1-3 come risultato finale lascia ben intendere cosa i gialloblù hanno speso sul parquet in terra pugliese. Il primo set è equilibrato con il Rione Terra che riesce a mettere a terra nel finale i punti decisivi vincendolo per 21-25.

Newsflash Ischia

Ischia: Per la prima volta all'isola d'ischia il servizio di Ischiawifi internet e telefonia Voip 24/24. Call Center 19301328

Ischia Wifi è un servizio di connettività Internet e telefonia VoIP, messo a disposizione dell’utenza tramite WADSL (Wireless ADSL). L'azienda nasce da un accurato studio ed esperienza del mercato wireless in tutti i suoi aspetti più ragionevolmente conosciuti come la diffusione di Internet ad alta velocità (banda larga) in ambienti circoscritti che siano aperti, come valli, comuni o intere città, oppure per ambiti più ristretti come piazze, locali, attività ricettive e commerciali fino ad arrivare a fornire un servizio di tipo residenziale con inclusa telefonia VoIP.

Newsflash Capri

Capri: Capri watch, domani a Napoli cocktail con Veronica Maya per Millefiori triplo brindisi per il brand che inaugura cosi' il primo flagship store partenopeo

Triplo brindisi per Capri Watch domani sera a Napoli con Veronica Maya, testimonial femminile del brand e madrina dell’evento con cui l’azienda di orologeria glamour in un colpo solo festeggerà con i suoi fedelissimi il Natale ormai alle porte, certo, ma anche due eventi molto attesi da tutti i suoi fan: l’inaugurazione del primo flagship store partenopeo, in piena via Filangieri, e la presentazione in anteprima della nuovissima collezione “Millefiori” con cui l’azienda intende accompagnare le ore dei trend addicted internazionali per tutto il 2015.

Newsflash Casamicciola

Casamicciola: Sabato 5 luglio 2014 alle ore 11 al Capricho de Calise in Piazza Marina di Casamicciola Terme, su invito del Sindaco Giovan Battista Castagna

si incontreranno i Sindaci dei Comuni delle isole Ischia,Procida e Capri
ed il Sindaco di Napoli, nella qualità di prossimo Sindaco dell’Area Metropolitana,
per confrontarsi sul da farsi per dare assetto e dignità al trasporto marittimo.

Newsflash Roma

Roma: Vasto Film Fest XX edizione

Mercoledì 5 agosto 2015 – ore 11
Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale
Via Tuscolana 1524, 00173 Roma
Interverranno:
Luciano Lapenna – Sindaco Comune di Vasto
Vincenzo Sputore - Vice sindaco e Assessore con delega al turismo e cultura Comune di Vasto
Michele D’Annunzio – Dirigente settore turismo e cultura Comune di Vasto
Marcello Foti - Direttore Generale del Centro Sperimentale di Cinematografia
Gabriele Antinolfi - Direttore Cineteca Nazionale
Daniela Poggi – Conduttrice Vasto Film Fest
Stefano Sabelli – Direttore artistico Vasto Film Fest

Isola News

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico:Antonio Regine

Forio: In ricordo di un grande medico e mio caro amico: Antonio Regine

Ieri tutta l'isola d'Ischia, ma Forio in particolare ,ha avuto la brutta notizia della morte di antonio regine,grandissimo medico-pediatra e carissimo amico mio. E con questa lettera, desidero descrivere qualche aspetto meno noto di questo stimatissimo professionista che ha accompagnato la mia crescita professionale e cui sarò sempre grato per l'aiuto che mi ha dato in tante occasioni.

Leggi tutto...
Il pala... veleni PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
ForioNews - Cronaca
Scritto da Luciano Castaldi   
Venerdì 26 Giugno 2009 07:32

Il pala... veleni 

Il “nuovo” palazzetto dello sport di Forio è un po’ come certe uova di Pasqua. Tanto promettente all’esterno, quanto deludente all’interno. È l’unico concetto che mi viene in mente per esprimere quel che prova uno sportivo come me, che il Palazzetto è arrivato a sognarselo di notte, manco fosse una bella donna. È il simbolo della Forio del nuovo millennio, questo Palazzetto.

Insieme al porto, che però, visti i tempi di ultimazione, dovrà ancora attendere ed è già candidato a emblema della Forio del 3000. La casa dello sport in salsa saracena è un’opera senza dubbio faraonica che, forse anche per questo, ha doverosamente rispettato i proverbiali tempi biblici per la sua realizzazione. Posa della prima pietra, in pompa magna, nel lontano 1990. Inaugurazione ufficiale, in pompa magna (sottolineo magna), durante l’ultima campagna elettorale per le amministrative. Come dire: per essere un prodotto “madeinforio” la data di scadenza sulla confezione è quella giusta, ma il cioccolato è oramai avariato. Si tratta infatti di una struttura progettata male, costruita peggio e nata già vecchia dopo angoscioso, doloroso e tormentoso travaglio. Sarcasmo a parte, sono profondamente e sinceramente amare le parole che sto provando a mettere giù. Perché nel palazzetto ho creduto molto. E insieme a pochi altri ho lottato, sono sceso in piazza ed ho litigato per vederlo finito… Perché non era possibile che a Forio non ce ne fosse uno. E, infatti, quando, per la prima volta sono entrato nella nuova struttura, a me che mi sento sempre un po’ “esule in patria”, è scattato un commosso moto d’orgoglio “furieno”. Finalmente!, mi sono detto. Smaltito però l’entusiasmo iniziale, ben presto ha prevalso la delusione e lo sconforto. Finora questa non è stata la casa dello sport e dei suoi valori, ma solo una delle tante discariche politiche all’ombra dell’Epomeo. E, infatti, un uomo di sport come Ciro Piro, dopo tanto impegno e passione, è stato costretto a mollare…
È “foriano” il Palasport. Lo si comprende guardandosi intorno appena s’imbocca il viottolo che prende forma sulla provinciale proprio di fronte alla pompa di benzina, cioè a uno dei tanti, significativi, “monumenti” della Forio contemporanea. Immediatamente si ha la sensazione di avere di fronte qualcosa di veramente imponente e, diciamolo, fascinoso. Il Palazzetto svetta nel contesto “forian-libico” del “Casale”, dove una volta, lo si intuisce dal nome (“mmmhhhh… la zuppa del Casale!” avranno famelicamente pensato sul Municipio…), abbondavano rigogliosi ortaggi, specialmente pomodori, di cui si sarebbe gran bisogno anche oggi e per un utilizzo non solo “gastronomico”. Tra eroici e “resistenti” filari di viti (resistere!resistere!resistere!), carcasse di macchine abbandonate, erbacce, canne spezzate dal tempo e polvere (soprattutto polvere) c’è l’incarnazione del sogno di tante generazioni di sportivi “furieni”. A presidiarla tutt’intorno non dei cavalieri, ma i cadaveri (anch’essi polverosi) dei pulmini della defunta Pegaso spa, cui fanno compagnia i rottami delle barchette di vetroresina, rimossi dalle spiagge del costruendo porto e finite lì chissà per merito di quale brillante intuizione amministrativa.  Sulle spalle del “gigante”, proprio sopra l’ingresso atleti, tristi gradinate di cemento guardano nel nulla. Ora che fa caldo, la polvere entra ovunque. Quando piove è però il fango che la fa da padrona. Insieme all’acqua, copiosa, che s’infiltra dal tetto e arriva persino sul terreno di gioco, anch’esso già logoro.  È “foriano”, questo Palazzetto. Guascone, vanta persino una “saletta stampa”, ben due biglietterie (!) e tre custodi. Per la “gestione”, gli amministratori comunali hanno, infatti, saputo dare il meglio di sé, inventandosi l’affidamento alla Torre Saracena, la società municipalizzata che gestisce i rifiuti e i cimiteri (e ho detto tutto!). La Torre Saracena, ovvero, il braccio armato del potere politico locale.
Sembra una barzelletta ma, invece di ricavare soldi da quest’affidamento, è il Comune che, per un anno, ha dovuto pagare l’azienda monnezzara….  È foriano il Palazzetto e quindi costa caro. Tanto pagano i “fruitori”, cioè gli sportivi, i giovani, i bambini e le loro famiglie. A sostenere i costi altissimi di questa salatissima gestione (clientelare), sono state le associazioni sportive di Forio, con tariffe che non hanno eguali in Italia. Euro trenta l’ora, sia chiaro: escluso il gas per le caldaie delle docce. Provate a fare un giro sul web. Nessuno paga come a Forio. E mentre cestisti e pallavolisti, calciatori e danzatrici quasi facevano a botte per conquistare una mezz’ora in più sul campo, sul Comune pensavano a spartire per provare ad accontentare innanzi tutti i “clienti” e poi “gli avversari”. Riuscendo alla fine a scontentare tutti, amici e nemici. Insomma, oltre a tutto il resto, quest’uovo è pieno di veleni. Ora che la stagione sportiva giunge al termine e chi vuole continuare a fare qualche allenamento trova la porta sbarrata (da mesi i tre custodi non prendono stipendio), incombe sul futuro un punto interrogativo più grande del Palazzetto stesso. Se le cose restano così, è facile prevedere che la struttura del Casale resterà a disposizione solo di quelle realtà più facoltose o prone nei confronti della politicuzza paesana, a discapito di chi da sempre spende la propria vita per diffondere tra i giovani i valori autentici dello sport, inteso innanzi tutto come momento di crescita sociale. Volendo esagerare nelle funeste previsioni, il rischio peggiore è quello di avere una sorta di fabbrica di ghiaccio nel deserto. Se muore lo sport, non si capisce a cosa serva il palasport.
Dopo un anno di pasticci e dopo aver provato a inutilmente a creare l’ennesimo carrozzone clientelare, l’amministrazione comunale, con in prima fila i consiglieri più giovani, sta pensando di privatizzare il tutto. Il Palazzetto costa caro e si tenta di prendere due piccioni con una fava. Si “piazza” l’affare a qualcuno e intanto si continua a fare clientela. Perché, come già detto, persino sull’attribuzione degli orari di utilizzo assessori, consiglieri e sindaco sono capaci di lottizzare, spartire, promettere, illudere, tradire.  Resta però il problema dei tre custodi. Che fine faranno? Con un contratto (elettorale) a tempo determinato è facile intuire che, comunque vadano le cose, ci saranno licenziamenti. E, purtroppo per loro, c’è poco da fare, perché, se è certamente grave e imperdonabile creare illusorie aspettative fra la gente, è da scemi credere alle promesse di questa classe “digerente”. Fortunatamente sembra prendere piede anche l’ipotesi (sponsorizzata specialmente dal prof. Aniello Di Maio) di affidare, in comodato d’uso gratuito, la gestione di tutto questo casino a un costituendo consorzio delle associazioni sportive locali. Ma anche in questo caso resta da capire in che modo, e con quali denari, realtà sportive così povere come le nostre siano in grado di sostenere gli altissimi costi di un Palasport così… “foriano”.
Commenti
Nuovo Cerca RSS
Commenta
Nome:
Email:
 
Website:
Titolo:
UBBCode:
[b] [i] [u] [url] [quote] [code] [img] 
 
 
:angry::0:confused::cheer:B):evil::silly::dry::lol::kiss::D:pinch:
:(:shock::X:side::):P:unsure::woohoo::huh::whistle:;):s
:!::?::idea::arrow:
 

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Giugno 2009 18:54
 
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Journalist Blogs - BlogCatalog Blog Directory

 

Ulti Clocks content
Cerca nel sito
Ultimi Eventi
Eventi
<<  Ottobre 2019  >>
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Cronaca News
Economia News
Politica News
Mondo News
Musica News
FotoGallery
Archivio